MiniRugby Camp 2010: bilancio positivo

 

Lo staff di Udine RFC Junior archivia con immensa soddisfazione il MiniRugby Camp.

Domenica 11 luglio si è chiusa infatti la prima edizione del camp estivo, nella quale sono stati protagonisti una quarantina di bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni, che hanno dato prova di grande partecipazione in tutte le attività proposte dallo staff fino all’epilogo di Ariis di Rivignano, dove hanno giocato una partita rappresentativa davanti ai numerosi genitori intervenuti.

E’ stata una settimana intensa sia per coloro che non conoscevano il pallone ovale che per i più esperti, infatti il contributo maggiore alla buona riuscita del Minirugby Camp è arrivato dalla collaborazione e dall’entusiasmo dimostrato da tutti i partecipanti.

Un programma reso speciale dagli interventi dei tecnici federali che si sono seguiti alla guida dei ragazzi.

Il primo grande ospite è stato Umberto Casellato, accompagnato dal giocatore top ten Roberto Pedrazzi.

Un tecnico, Umberto, dai modi gentili e di grande simpatia che è subito riuscito ad entrare in sintonia con i ragazzi catturando la loro attenzione attraverso gli aneddoti della sua esperienza sportiva ed i suoi preziosi consigli. Il suo curriculum è ricco di successi: da giocatore 122 partite con Benetton Treviso, 2 scudetti, 10 caps con la Nazionale Italiana e 4 con la Nazionale A, un 4° posto alla Rugby Word Cup Universitaria nel 1992, da allenatore ha guidato il VeneziaMestre in serie A fino alla promozione in S10 e ultimamente il Rugby Rovigo. Oltre a tutto ciò, Umberto ha il grande dono di saper lavorare con i ragazzi e ricopre anche il ruolo di responsabile CIV per le categorie U14, U15 e U16, inoltre ha collaborato con Diego Dominguez ai “Diego Dominguez Rugby Camp”.

L’attenzione dei più piccoli e dei più grandi è stata in seguito destinata a Roberto Pedrazzi, centro-ala del Rugby Rovigo, già Arix Viadana, 6 caps con la Nazionale Italiana al Six Nations, che ha fatto una piccola lezione sull’importanza del rispetto delle regole.

E’ stata poi la volta di Maurizio “Mau” Teghini, allenatore della categoria U20 di Udine RFC, il tecnico di riferimento per i giovani ragazzi della Junior che aspirano ad arrivare alla prima squadra. La personalità di Maurizio ha attratto i ragazzi che con impegno si sono cimentati negli esercizi tecnici e nelle partitelle organizzate.

Venerdì sera il Camp si è trasferito in pizzeria, ospiti il General Manager di Udine RFC Claudio Ballico ed il Presidente di Udine Rugby 1928  Mario Bolzonella organizzatore della partita evento alla “sagra da la bisate” ad Ariis di Rivignano.

Un evento unico, che all’insegna della mission della Udine RFC Junior che recita “da Junior a Senior”, ha visto scendere in campo i bambini e ragazzi del Minirugby Camp insieme ad alcuni giocatori delle categorie U18, U20 e Old della Udine RFC. Nelle due squadre infatti militavano giocatori con età compresa dai 6 ai 45 anni, a dimostrazione del fatto che il rugby si può davvero giocare a tutti i livelli e, con i dovuti accorgimenti, anche tutti insieme.

 

In conclusione, un sincero ringraziamento a tutti i tecnici e soci dell’Udine RFC Junior, alle Fighters Udine Martina e Giulia, ai giocatori della U18 e U20 dell’Udine RFC Enrico S., Enrico M., Fabrizio, Francesco e Luca per l’impegno e la disponibilità dimostrata nell’intera settimana, a Chiara, a Patrizia e Claudio, a Mario, ai bambini e ai ragazzi del Minirugby Camp e ai genitori che hanno creduto in questa opportunità.

 

… e adesso vi aspettiamo tutti a settembre per l’inizio della stagione sportiva 2010/2011, pronti ad entrare in mischia!

Leave a Reply