Torneo di Mogliano

L’Under 8 sotto la guida di Enrico Trevisani, Enrico Binutti e Riccardo Cittaro ha affrontato con grande agonismo squadre agguerrite quali il forte Mogliano, l’Asolo, il Riviera e anche la formazione del Ricany proveniente dalla lontana Repubblica Ceca. I Tuttineri udinesi che escono imbattuti dal girone di qualificazione, alla fine hanno dovuto arrendersi ai fortissimi del San Donà perdendo di misura, e conquistando un ottimo quarto posto nella classifica generale.
Altrettanto impegnativo il programma di partite per l’Under 10 che, accompagnata dalla loro allenatrice Martina Forgiarini, ha dovuto affrontare fin da subito formazioni molto preparate. Gli udinesi hanno dimostrato impegno e non si sono mai arresi neanche di fronte a squadre di livello tecnico più elevato. L’undicesimo posto in classifica generale non impensierisce allenatori e dirigenti che soddisfatti per la bella esperienza fatta vivere ai bambini rientrano con la consapevolezza di avere un ottimo gruppo con cui lavorare sui fondamentali per migliorare il gioco espresso.
Avvio in salita per l’Under 12 di Leonardo Ticconi, che nella prima partita incontra i padroni di casa del Mogliano. L’organizzazione di gioco dei veneti è esemplare e i Tuttineri udinesi faticano a recuperare palloni specialmente sui punti d’incontro, riuscendo solo in poche occasioni ad arrivare a ridosso dell’area di meta avversaria. La sconfitta per 4 mete a zero a fine giornata risulta meno amara tenuto conto che il Mogliano ha vinto il torneo e che in tutti gli altri incontri ha ecceduto nelle segnature. Nel proseguo della giornata le vittorie ottenute con il Benevento e con il Riviera e l’ottimo pareggio per 2-2 con il Valsugana portano l’under 12 al settimo posto della classifica generale. Un risultato che è stato sicuramente condizionato dall’infortunio occorso a Lorenzo, al quale vanno i migliori auguri di pronta guarigione da parte di tutta la Società. Soddisfatto a fine giornata il Presidente Riccardo Cittaro, non solo per l’impegno profuso da tutti i ragazzi presenti e per i buoni risultati ottenuti, ma anche per il nutrito seguito di genitori che hanno preparato un ricco Terzo Tempo segno, anche questo, di coesione e armonia.

Leave a Reply