Il Rugby Club Pasian di Prato mantiene inviolato il terreno di casa battendo per 34-19 il Montereale Rugby.

Contro un avversario mai domo, le Linci, ben schierate in campo, peccano di qualche sbavatura in fase conclusiva, sprecando così l’occasione per chiudere i giochi nei primi quaranta minuti, chiusi sul 22-7.

LA PARTITA. Da subito il Montereale fa capire di essere sceso a valle determinato a vincere. E il gioco si fa duro. Le Linci, però, mostrano di aver assimilato bene il superlavoro svolto in settimana, reggendo in modo positivo l’attacco sia sui punti d’incontro sia nelle fasi statiche. Al 4’ prima smossa al punteggio con un piazzato di Bombonati, al termine di un’azione di alcuni minuti nei 22 avversari. Pressione insistita e concretizzata otto minuti dopo con una splendida meta di Colabelli (8-0). Il copione non cambia e al 25’ capitan Montorfano schiaccia in meta di prepotenza; Bombonati trasforma (15-0). Il Montereale accusa il colpo e un minuto dopo viene colpito da una splendida azione dei tre quarti pasianesi, finalizzata sotto i pali dall’estremo Della Rossa. Bombonati trasforma per il 22-0. Manca meno di un quarto d’ora alla fine del primo tempo e le Linci continuano ad attaccare, ma con minore lucidità, vanificando un paio di limpide occasioni. Il Montereale risolleva la testa, comincia a macinare il suo gioco verticale e corona gli sforzi con una meta trasformata quasi in chiusura di tempo (22-7). Dopo il riposo, si riparte con un Montereale arrembante, mentre le Linci tentennano. Al 7’ arriva la terza meta trasformata dagli ospiti. Siamo sul 22-14 e i fantasmi di un ribaltone sembrano materializzarsi. Ma qui la gara prende una svolta: al 14’ e al 22’ i ragazzini del Pasian infilano la difesa avversaria con due capolavori di grinta, forza e velocità. Prima Fracaros e poi Sosta uccidono letteralmente il match, portando il punteggio sul 34-14. L’ultimo quarto di gara vede fronteggiarsi l’orgoglio del Montereale e la ritrovata fiducia delle Linci. Lotta dura fino in fondo, con il rammarico di un giallo beccato dal capitano e la meta ospite un minuto dopo. L’arbitro fischia la fine sul 34-19; le squadre fanno corridoio e le strette di mano sono sincere. Bella partita. Viva il rugby!

RCPdP. Della Rossa, Lo Schiavo, Cepparo, Rusin, Cigolotto (sost. 35’ pt Acosta), Bombonati, Lentini, Montorfano, Colabelli, Sosta (sost. 30’ st Dell’Oste), Fracaros, Macorig (sost. 38’ pt Peresano), Taddio (sost. 13’st Brotto), Brancaforte, Conti (sost. 10’st Raunich) . Altre sost.: (35’ st Milan per Acosta) (33’ st Flaibani per Peresano).

Leave a Reply