Il Conegliano resta a zero

Partiti contratti e poco attenti, i ragazzi di Furlanich, Colautti e D’Anna hanno commesso numerosi errori nel gioco alla mano, vanificando numerose azioni offensive, ma, con il passare dei minuti, il gioco ha iniziato a prendere forma e a concretizzarsi, portando i ragazzi della junior a schiacciare l’ovale in più occasioni. E’, però, nel secondo tempo che gli udinesi sono riusciti a emergere con tutto il loro potenziale: frutto dell’ottimo lavoro atletico svolto da Mattia D’Anna in questi mesi. Il ritmo è andato via via aumentando e i punti d’incontro sono diventati più veloci, grazie ad un sostegno immediato che ha consentito di spostare il pallone al largo, dove la difesa veneta era meno presente. Nonostante il risultato ampio che ha visto gli udinesi imporsi per 72
– 0, al Conegliano va tutta la stima per aver continuato a giocare con impegno fino all’ultimo minuto, cercando di andare in meta. A margine della partita un apprezzamento per l’esordio con meta di Thomas, per il rientro di Alessandro, dopo anni di lontananza dai campi di rugby, anche lui con meta e per l’esordio assoluto in partita di Michele.

Ufficio Stampa
Sara Puntel

3 Responses

  1. Your article made me suddenly realize that I am writing a thesis on gate.io. After reading your article, I have a different way of thinking, thank you. However, I still have some doubts, can you help me? Thanks.

Leave a Reply