Buona prestazione con il Venezia-Mestre

La partita è inizia con i bianconeri in vantaggio che scesi i campo con un’ottima determinazione hanno esercitato una buona pressione difensiva che non ha permesso ai veneti di avanzare in attacco. Il gioco, ancora un po’ crudo dei friulani, è stato caratterizzato da buoni avanzamenti verticali e da un buon mantenimento del possesso. I veneti però con coraggio, sono riusciti piano piano a colmare lo svantaggio. La difesa friulana ha messo in mostra alcune lacune in fase organizzativa, ma sono uscite delle buone individualità nel placcaggio. L’aspetto su cui lavorare è quello mentale e fisico perché nel secondo tempo c’è stato un calo eccessivo che ha penalizzato un po’ troppo i friulani. Quasi allo scadere gli udinesi hanno avuto l’occasione di segnare la meta che li avrebbe portati alla prima vittoria, ma la difesa veneta si è dimostrata un muro dove non si riesce a fare breccia. Probabilmente con un pizzico in più di esperienza quell’occasione si sarebbe potuta gestire meglio, ma comunque la partita è finita con una sensazione davvero positiva per i miglioramenti visti a distanza di poco tempo.

Per la formazione dei Tuttineri, si sapeva che per affrontare il Venezia-Mestre, squadra fino ad ora imbattuta, sarebbe stato necessario avere la giusta concentrazione e cattiveria agonistica, ma purtroppo così non è stato. Dopo appena due minuti dal fischio d’inizio, gli udinesi, per qualche svista difensiva di troppo, hanno incassato la prima meta. Dopo il primo momento di blackout i friulani hanno però iniziano a giocare con più concretezza, alternando le giuste fasi penetranti e il gioco al largo, riuscendo così a riportare il match in una situazione di parità. La partita è stata molto equilibrata e le difese si sono dimostrate ben organizzate, ma i friulani sono risuciti a bucare quella avversaria, riuscendo a portarsi in vantaggio sul 14 a 7. Dopo alcune fasi di gioco è però arrivato l’errore, in fase difensiva, degli udinesi che ha permesso ai veneti di andare a segno, riportando il punteggio in parità. Non è tardato un nuovo errore dei padroni di casa che ha permesso al Venezia-Mestre di portarsi in vantaggio. La determinazione e la grinta dei friulani però, che hanno dimostrato di non aver mai mollato un momento, è stata ripagata con una bella meta corale che ha ridott lo svantaggio di soli due punti (19 – 21). I bianconeri hanno sfruttato al meglio la scia positiva fino ad andare in vantaggio (24 – 21), grazie a una bella azione nata da una mischia. Le fasi finali della partita hanno regalato grandi emozioni: i veneti sono riusciti a sfruttare un altro banale errore dei friulani e si riportati 24 a 28 a loro favore. Il match sembra ormai finito, i ragazzi udinesi hanno dato tutto in campo, ma di perdere non ne vogliono sapere e ripartendo dai loro 22 riescono a segnare una meta spettacolare che ha regalato ai friulani una vittoria (31-28), davvero sofferta, ma altrettanto meritata. L’incontro ha fatto vedere, oltre al grande agonismo messo in campo dalle due squadre, anche ottimi risultati dei friulani che hanno dimostrato di essere in grado di mettere i pratica il lavoro svolto in settimana sui punti d’incontro.

Ufficio Stampa
Sara Puntel

Leave a Reply