A Udine un grande Villorba fa scuola

Questo però non è bastato ad arginare l’attacco dei veneti e le due o tre buone individualità che hanno fatto la differenza. Risultato, quindi, in favore di Villorba, con un numero di segnature subite consistente (12-52). Di tutt’altro impatto è stata la seconda partita, dove si sono affrontate le due squadre più esperte. Fatta eccezione per i primi dieci minuti di gioco, però, si può dire che la partita è stata a senso unico, a favore di Villorba. I bianconeri hanno iniziato con un piano di gioco ben preciso e ben disposti in campo, marcando la prima meta del match. Da lì in poi il blackout. La squadra ha subito la meta del pareggio e ha iniziato a perdere la determinazione sul placcaggio, giocando in maniera individuale tutti i palloni in fase d’attacco. Le mete subite sono state parecchie e Udine ha così incassato la più pesante sconfitta della stagione in corso (7-58). Il merito va ai veneti che hanno fatto la partita perfetta: dotati di ottime individualità, hanno mostrato un gioco molto ordinato sbagliando veramente poco. Non si può dire così dei friulani che, invece, hanno avuto una giornata in cui tutto è andato male. Ora l’attenzione è rivolta alla Benetton: si dovrà cambiare necessariamente l’atteggiamento per riscattarsi dalla scadente prestazione offerta con il Villorba, iniziando già da subito a lavorare bene in allenamento, in queste due settimane prima del match.

Ufficio Stampa
Sara Puntel

Leave a Reply