I piccoli atleti del Rugby Club Pasian di Prato sono stati impegnati, domenica, nel raggruppamento di San Donà. Vediamo come è andata.

 

UNDER 6. Il Pasian di Prato schiera una squadra U6, che gioca contro la quarta squadra U8 della società locale. I piccoli rugbisti sconfiggono la paura e si fanno valere contro gli avversari più grandi, mettendo in pratica tutto quello che hanno imparato in questi mesi. La pioggia, il freddo e il vento di certo non li hanno fermati perché hanno continuato a giocare tra di loro tra una meta e una scivolata nel fango. Poi si sono puliti le scarpe… nelle pozzanghere. Dopo la doccia calda, affamati e sorridenti, si sono mangiati la loro meritatissima pasta. Gli allenatori sono orgogliosi dei piccoli guerrieri e ringraziano i genitori per il supporto.

UNDER 8. Anche nell’U8, complici diverse assenze, Pasian di Prato si presenta a San Donà con una sola squadra, in un’occasione ideale per divertirsi con il fango. Giornata di rugby non solo per il tempo, ma anche perché il Veneto regala sempre la possibilità di fare emergere il gioco in tutta la sua bellezza. I friulani hanno affrontato quattro partite, facendo un cambio giocatori continuo. Quanto visto in campo ha lasciato soddisfatti i tecnici: i più piccoli stanno migliorando e ottenere risultati più che positivi contro squadre come San Donà 1 e Petrarca non è mai una passeggiata… e i pasianesi ci sono riusciti. Continuiamo a lavorare per recuperare tutti i giocatori e pensare ai prossimi raggruppamenti.

UNDER 10. Ottima domenica di rugby per gli 11 atleti giunti a San Donà. Schierati in una singola squadra, hanno ben figurato nel doppio confronto con Petrarca Padova e i padroni di casa, perdendo la prima partita, ma vincendo la seconda. Buoni i principi di distribuzione nonostante il campo pesante. Tra i prossimi obiettivi, per gli allenatori, il lavoro sulla difesa e l’aggressività.

UNDER 12. L’U12 del Pasian di Prato è stata messa a dura prova, ma è uscita a testa alta contro le tre più quotate formazioni venete - due padovane e Mogliano - e orgogliosamente vittoriosa contro il Riviera del Brenta, rinforzata da tre buoni elementi del Petrarca. I tecnici sottolineano gli importanti passi avanti su tutti gli aspetti chiave del gioco, dalla difesa alla conservazione, dall’avanzamento al sostegno e alla copertura dello spazio. Il tutto scontando la perdita, dopo pochi minuti della prima partita, del polivalente e generoso Jaheim Wilson, vittima di una seria contusione all'occhio sinistro e con l'organico ridotto a 13 unità. Ora due settimane senza gare per ricaricare batterie.

Categorie di news:

Go to top