Under 18

Prima partita di campionato del gusto amaro per l’U18 di Montorfano e Cittaro che esce sconfitta per 20-10 dal derby contro il Venjulia Trieste. Gli ospiti partono subito aggressivi e mettono sotto pressione il Pasian di Prato che, nel primo quarto d’ora, subisce una meta e un calcio. I giovani friulani cercano di reagire ma non riescono a concretizzare la superiorità della mischia; solo allo scadere trovano la prima segnatura, con una meta tecnica.

Read more...

I ragazzi dell’U18 domenica hanno giocato in trasferta a Mira contro la capolista del campionato, il Rugby Riviera. Partita subito in salita, con i padroni di casa che tengono in mano il pallino del gioco per lunghi tratti del match. I veneti, insomma, si sono dimostrati più esperti e tecnici dei giovani della Junior. Anche se sconfitti, i ragazzi allenati da Montorfano e Cittaro a sprazzi hanno messo alle corde la difesa del Riviera. I tecnici hanno visto miglioramenti sia nelle mischie sia nelle rimesse laterali, che spingono a continuare a lavorare.

Altra partita dalle due facce per l'U18 della Junior, impegnata a Pieve di Soligo. Contro i pari età del Piave, i ragazzi di Montorfano e Cittaro partono molto concentrati e determinati e si portano subito in vantaggio, sfruttando l'ottima pressione difensiva. Il Piave cerca di reagire, ma la difesa udinese regge bene fino al 20’. Da qui, però, scatta il blackout mentale. I ragazzi entrano in confusione e perdono lucidità, subendo altre tre mete in 15 minuti. Durante l'intervallo i friulani ritrovano concentrazione e tornano in campo con un’ottima attitudine e voglia di fare. La ripresa, infatti, finisce con due mete a uno per i padroni di casa, per il risultato finale di 41-12.

Ancora una domenica sfortunata per l’Under 18 della Udine Rugby Junior, fermata sul 48-19 dai ragazzi del Tarvisium. I friulani sono partiti con il piglio giusto nel primo tempo, creando tanto volume di gioco e hanno dominato le fasi statiche, ma senza concretizzare. L’esatto contrario dei trevisani, che hanno approfittato di ogni errore della Junior, chiudendo il primo tempo in vantaggio sul 14-7.

Nella ripresa i ragazzi di Cittaro e Montorfano sono parsi ‘addormentati’ e hanno incassato subito tre mete. La ‘sveglia’, purtroppo, è suonata troppo tardi: nell'ultimo quarto di partita, i friulani hanno ripreso di nuovo in mano le redini del gioco, chiudendo la gara con due belle marcature.

Domenica sfortunata per i ragazzi allenati dai tecnici Cittaro e Montorfano, che, nonostante una buona partita, escono sconfitti dal Tarvisium. Il primo quarto d'ora è tutto a favore dei trevisani, che pressano gli udinesi nei loro 22 metri. Il Tarvisium segna due mete e si porta sul 12-0. A questo punto i ragazzi di Pasian di Prato iniziano a giocare e mettono in difficoltà la compagine veneta, riuscendo a segnare una meta per il 12-7. I friulani continuano a pressare ma, complici piccoli errori di gestione del pallone e qualche momento di indisciplina, la mole di gioco prodotta risulta sterile. Treviso ne approfitta, realizzando prima un calcio di punizione e poi una meta che chiude definitivamente il match. Nonostante il risultato, i giovani atleti della Junior hanno creato un buon rugby, che fa ben sperare per la seconda parte del campionato.

Domenica i ragazzi di Montorfano e Cittaro erano di scena a Trieste nella prima giornata di ritorno della prima fase del Campionato territoriale U18. Primi 15 minuti di netta marca friulana: la Junior costruisce un buon volume di gioco e, con un’ottima pressione difensiva, va in meta grazie a un intercetto a metà campo. Dopo la segnatura, però, gli udinesi iniziano a scomporsi e non riescono a essere più lucidi in difesa; non occupano bene il campo e, in attacco, sono un po' troppo prevedibili.

La ripresa è la fotocopia del primo tempo, ma i friulani non riescono a concretizzare tutta la mole di lavoro in attacco. Trieste è molto più cinico ed esperto e, alla fine, riesce a fare la differenza, portando a casa il match.

“Siamo partiti bene giocando con gli schemi provati in allenamento”, commenta a fine partita il capitano Lorenzo Sosta, “ma poi ci siamo spenti. Nonostante tutto si è visto un buon gioco anche se in certi momenti un po' prevedibile. Questo ci fa ben sperare per il proseguo del torneo”.

Categorie di news:

Go to top