Tutte le notizie

A Gemona sono scesi in campo gli under 16; è stata una partita molto sentita e combattuta da entrambe le parti, con il Pasian che attacca attenendosi al progetto di gioco ma che non riesce a concretizzare a causa di un ottima difesa del Gemona che lascia poco spazio al Pasian e blocca molte delle azioni delle linci.
Secondo tempo più movimentato, il Pasian perde prima un giocatore per cartellino rosso, per un fallo di reazione a seguito di un placcaggio non proprio regolare ma giustamente l'arbitro lo manda in spogliatoio prima del tempo e a 5 minuti dalla fine viene sanzionato un altro giocatore del Pasian per un placcaggio alto, l'unico degli ospiti. Ma il Pasian non demorde e anzi in inferiorità numerica gioca meglio e concretizza il gioco segnando 2 mete. Il punteggio si ferma a 7/27.

Ottima prestazione per l’U16 del Rugby Club Pasian di Prato che ha superato per 45-12 il Maniago. Le Linci sono scese in campo mettendo in pratica il progetto di gioco provato in settimana, soprattutto in difesa. I maniaghesi hanno provato in tutti i modi ad andare in meta, grazie a un buon gioco in attacco, ma sono sempre stati prontamente fermati dal Pasian. Anche la difesa pordenonese ha retto molto bene fino all'inizio del secondo tempo, quando il risultato era di tre mete a due per gli udinesi. Poi la svolta del match: grazie a una migliore preparazione atletica e a una maggior lucidità, i padroni di casa sono riusciti a sbloccarsi, segnando diverse mete e portando a casa il risultato.

In un pomeriggio tipicamente invernale e di fronte al pubblico amico, numeroso e calorosissimo anche per la presenza di tanti bambini impegnati al mattino nel riuscito concentramento di casa, le Linci hanno disputato la loro migliore partita fin qui, terminando il girone di andata con una convincente vittoria, che consente di rimanere in lizza per il secondo posto.
La partita, combattutissima e giocata ad alti ritmi, ha visto prevalere la migliore organizzazione dei friulani, messi comunque in difficoltà dalla buona attitudine difensiva dei Grifoni, volenterosi ed equilibrati in tutti i reparti. Una squadra molto giovane e affiatata, quella ospite, sicuramente destinata a migliorare nel tempo.
LA CRONACA. Avvio con batti e ribatti di calci esplorativi in profondità, quasi a testare le reciproche capacità di risalita. In una di queste, il Rugby Club mette pressione alla difesa ospite a ridosso dei 22 e ottiene un calcio di punizione, messo dentro dal solito Bombonati (3 a 0). Le squadre si fronteggiano a viso aperto ma, con gradualità, le Linci impongono il loro gioco multifase, allargando la difesa ospite. E’ da un ritorno degli avanti in zona B centrale che al 12’ viene innescato il break devastante del pilone Giuliano Conti, 45 metri di sprint e meta sotto i pali (10-0). Per quasi 20 minuti la partita vive delle reazioni dei Grifoni, mai domi, e dell’ineccepibile difesa del Pasian. Al 30’, dopo l’ennesimo contrattacco dei tre quarti, Della Rossa trova il gate giusto e va a schiacciare sotto i pali (17-0). Altri dieci minuti in equilibrio e si va al riposo.
La ripresa inizia con le due squadre che si affrontano ad armi pari, non disdegnando mai il gioco al largo, per il divertimento degli spettatori. Al 13’, dopo un’azione insistita degli avanti, il gioco si apre e Della Rossa finalizza in meta; Bombonati trasforma (24-0). Qui Oderzo mostra tutta la sua qualità, aumentando l’intensità. Al 25’, da una mischia vinta nei loro 22, i padroni di casa sbagliano un passaggio e i Grifoni trovano il modo di accorciare le distanze (24-7). Passa solo un minuto e le Linci, infastidite dalla meta subita, reagiscono con uno spettacolare movimento del reparto arretrato, mettendo Della Rossa in condizione di segnare per la terza volta (29-7). I giochi sembrano chiusi ma Oderzo onora il Rugby giocando con veemenza su tutti i palloni. Il destino della gara, però, è segnato, e Colautti, quasi allo scadere, la mette giù per il definitivo 34-7. Fischio finale, strette di mano e un terzo tempo tutti insieme.

RCPdP. Della Rossa, Rusin, Lo Schiavo, Mion (s. 1’ st Colautti), Milan (s. 25’ st Acosta), Bombonati,
Lentini, Montorfano, Colabelli (s. 35’ st Flaibani), Clocchiatti (s. 12’ st Peresano), Giannangeli (s. 30’ st
Brotto), Macorig, Taddio (s. 38 ’st Danieli), Brancaforte, Conti (s. 35’pt Ponte).

Fine settimana intenso per i nostri ragazzi del minirugby. Ecco come è andata.

L’UNDER 6, impegnata nel concentramento della Udine Union Fvg, schiera due formazioni equilibrate. Quindici le linci che partecipano al torneo, tutte con molta voglia di giocare. Il Pasian di Prato ottiene così solo risultati positivi con entrambe le formazioni, dimostrandosi compatta e unita. La grande partecipazione e le ottime prestazioni hanno fatto capire agli allenatori di essere sulla strada giusta. E sono molto orgogliosi dei loro piccoli atleti.
L’UNDER 8, invece, era impegnata in casa, a Pasian di Prato. Le Linci formano due squadre senza riserve. La prima entra in campo con tanta voglia e determinazione, consapevole di cosa significa giocare in casa. Il secondo team, pur non avendo conquistato risultati, sta crescendo. Questo dà fiducia per continuare a lavorare ancora.
L’UNDER 10, sempre a Pasian di Prato, ha dato vita a due squadre, dando la possibilità a tutti gli atleti di giocare. Il primo team, nonostante una serie di partenze in sordina, si è sempre riscattato nel finale, dimostrando complessivamente un buon gioco anche se, in alcune occasioni, un po’ lento e prevedibile nei punti d'incontro e nel sostegno. Unico inciampo contro il Pordenone, non per demerito ma per errori di attenzione e visione di gioco. L’altra squadra, invece, è apparsa subito in difficoltà. Zoppicante in diverse occasioni, non è riuscita a reagire, evidenziando scarsa attitudine e interesse al gioco. Serviranno senz’altro maggiore impegno e sacrificio, anche in allenamento.
L’UNDER 12, infine, è scesa in campo nel raggruppamento della Udine Union Fvg. Con orgoglio e spirito di sacrificio le linci, nonostante le pesanti assenze, si sono fatte valere contro squadre di ottimo livello che spesso potevano vantare molti cambi. Per tutti, insomma, è stata un’ottima giornata di crescita, dal punto di vista rugbistico e umano.

Un'altra vittoria per le linci #U18 del Pasian, al cospetto di un buon Pordenone che ha messo in difficoltà i ragazzi di Colautti e Cittaro che si sono dimostrati troppo "spreconi" e poco cinici durante il primo tempo, e troppo frenetici e poco lucidi il secondo tempo.
Complimenti ad un Pordenone risultato molto battagliero e che ha disputato una bella partita.

Domenica 25 novembre il nostro minirugby al completo ha partecipato al Raggruppamento a Favaro Veneto. Ecco come è andata.

Read more...

Categorie di news:

Go to top